ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Latte: impossibile per gli allevatori programmare il proprio futuro senza la certezza di un prezzo remunerativo e di politiche di filiera organiche
16/01/2015

Un momento di grande difficoltà per il settore lattiero – caseario alle prese con un andamento particolarmente sfavorevole del mercato caratterizzato da un crollo verticale del prezzo alla stalla negli ultimi mesi.

Una situazione che determina la chiusura di molte stalle, accentuando ulteriormente la tendenza alla riduzione degli allevamenti attivi sul territorio lombardo già ampiamente manifestatasi nel corso dell’ultimo decennio.

In questo contesto, Italatte, così come altre ditte acquirenti, ha richiesto ai propri conferenti un’indicazione sul livello di produzione che intendono realizzare nella campagna lattiero – casearia 2015 – 2016.

A fronte dell’ormai imminente conclusione del Regime delle Quote Latte e dell’impossibilità di prevedere in maniera attendibile le sue possibili ripercussioni sull’andamento del mercato a livello nazionale e comunitario, risulta sostanzialmente impossibile per gli allevatori programmare la propria produzione nell’immediato futuro, in assenza di una prospettiva economica certa che garantisca il loro lavoro.

In queste circostanze, Confagricoltura Lombardia e CIA Lombardia sottolineano l’esigenza di procedere ad una revisione dei contratti di fornitura e, nel contempo, stanno lavorando a proposte nuove ed efficaci per la gestione dell’interprofessione come strumento utile per lo sviluppo di politiche di filiera organiche ed efficaci a supporto dell’attività quotidiana degli allevatori.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12248511 credits