ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Istituito l'Osservatorio Nazionale per il Pioppo
20/03/2015

Importante svolta per la pioppicoltura italiana, siglato il decreto che istituisce presso il Mipaaf, l’Osservatorio Nazionale per il Pioppo.


E’ una notizia che aspettavamo da molto tempo – sottolinea il Presidente dell’Associazione Pioppicoltori Italiani, Fabio Boccalari – finalmente viene ripristinata, seppur sotto una veste diversa, la Commissione Nazionale per il Pioppo (CNP), soppressa ingiustamente nel 2012 dal governo Monti. La CNP svolgeva compiti insostituibili nell’attuazione della normativa che disciplina i materiali di propagazione forestale e risultava indispensabile per il coordinamento del settore della pioppicoltura e dei prodotti derivati. L’API ha subito evidenziato la necessità di ripristinare tale Commissione, ed ha intrapreso una forte azione presso le autorità competenti che ha portato a questo importante risultato che va a beneficio dei pioppicoltori, dei vivaisti e più in generale di tutta la filiera pioppicola italiana.


L’Osservatorio Nazionale per il Pioppo, opererà nell’ambito delle attività previste dal Tavolo ministeriale di filiera legno istituito nel dicembre 2012 (D.M. 18352) e sarà coordinato dall’Ufficio competente della D.G. per la promozione della qualità agroalimentare e dell’ippica; esso mira a favorire lo sviluppo della coltivazione del pioppo ed in generale delle piante da legno ad uso industriale ed energetico allevate fuori foresta, per soddisfare le aspettative economiche degli agricoltori e degli utilizzatori e per accrescere la disponibilità di legno nazionali nel rispetto delle risorse ambientali.


L’ Osservatorio, come la Commissione – continua Boccalari – avrà anche il compito di valutare le attività di sperimentazione dei cloni di pioppo e le richieste di registrazione degli stessi nel Registro Nazionale dei Materiali Forestali di Base. Tale attività riveste particolare importanza soprattutto in vista della nuova programmazione di sviluppo rurale 2014/2020 e della necessità, oramai evidente, di individuare nuovi cloni che garantiscano una adeguata sostenibilità ambientale.

Ricordo inoltre – conclude il Presidente dell’API - che il nuovo Osservatorio (come peraltro la vecchia Commissione Nazionale per il pioppo), non prevede, per il suo funzionamento, alcun stanziamento a carico del bilancio dello Stato.


Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.
C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12743932 credits