ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Prove di Expo al castello di Malpaga. L'agricoltura coinvolge il pubblico su tradizione e innovazione
07/04/2015

Grande successo ha riscosso l’evento di “avvicinamento ad Expo” organizzato da Confagricoltura, nell’ambito del progetto “Expo… anch’io”: la Pasquetta agricola al Castello di Malpaga, nel bergamasco. L’antico maniero - una delle più importanti costruzioni lombarde del 1300 che, con la sua intatta bellezza e l’inestimabile valore culturale, domina una distesa di centinaia di ettari di campi agricoli all’interno del Parco del fiume Serio – è stato il luogo dell’interessante mostra-mercato che ha coinvolto oltre trenta aziende agricole associate a Confagricoltura che hanno esposto, fatto conoscere, posto in vendita e somministrazione i loro prodotti. Più di cinquemila i visitatori, con famiglie al completo, che hanno colto l’occasione di vivere il castello e scoprire la bontà dei prodotti agricoli e delle tradizioni, unite alla cultura, nella giornata usualmente dedicata alle gita fuori porta, ai picnic ed al divertimento.
L’obiettivo di Confagricoltura è stato quello di sollecitare sempre più l’attenzione del pubblico sul tema della grande esposizione universale, “Nutrire il Pianeta. Energia per la Vita”, a meno di un mese dall’inaugurazione dell’ Expo a Milano.
Vivo interesse hanno suscitato i prodotti delle aziende agricole partecipanti: dalle mostarde al vino, dalla birra al salumi, dai formaggi alle nocciole, dal riso ai biscotti, dall’ortofrutta al miele, dalle lumache alle confetture, dalle tisane ai succhi. Alla mostra mercato, che ha presentato una “veste scenografica” in stile feudale, sono stati abbinati eventi collaterali quali: attività ludiche per i bambini, animazione per adulti e piccini, degustazioni e vendite dei prodotti, giochi medioevali, passeggiate in carrozza e momenti di relax sui balloni di fieno disseminati sull’aia.
Ospite d’onore il ministro per le Politiche agricole Maurizio Martina, che ha partecipato con la famiglia alla manifestazione, complimentandosi con Confagricoltura per l’organizzazione e, soprattutto, per aver saputo avvicinare il grande pubblico all’Expo, attraverso un momento ricreativo e piacevole.
“Va evidenziato – ha detto il presidente di Confagricoltura Lombardia Matteo Lasagna – che le aziende agricole partecipanti venivano da tutte le province lombarde ma anche da altre regioni come Piemonte e Sicilia, a dimostrazione di come ci sia uno sforzo coeso per la valorizzazione del’agricoltura”.
“Il castello di Malpaga – ha dichiarato dal canto suo Antonio Boselli, delegato di Confagricoltura per l’Expo - è un perfetto simbolo di come si possano coniugare tradizione ed innovazione e poi attività agricola e sostenibilità ambientale, grazie ad un’integrazione perfetta tra attività differenti e multifunzionali (agricoltura innovativa, energia rinnovabile, strutture ricettive, cultura e formazione). E’ questa l’immagine che vogliamo dare dell’agricoltura italiana a Expo che sa guardare al futuro, all’ambiente, senza dimenticare, il territorio, le sue origini e valenze culturali”.

Ha quindi concluso il rappresentante di Confagricoltura: "Abbiamo voluto sottolineare pure un tema che espliciteremo con evidenza a Expo che è quello dell’agricoltura come motore della crescita, ponendosi a monte di attività di filiera e di trasformazione agroindustriale, che danno occupazione e sviluppo integrato”.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12248522 credits