ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Una proposta per l'anticipo PAC
30/06/2015

“L’erogazione di un anticipo dei premi PAC alle aziende negli ultimi anni rappresentava senza dubbio una dimostrazione dell’efficienza amministrativa e dell’attenzione al mondo agricolo di Regione Lombardia, ma costitutiva anche un intervento di grande importanza per le aziende stesse, tanto più necessario nel momento in cui sono chiamate ad affrontare un periodo di grave difficoltà oggettiva, come quest’anno” afferma il presidente di Confagricoltura Lombardia, Matteo Lasagna.
Per questo motivo ho voluto indirizzare una nota all’assessore Fava, formulando una proposta che potrebbe consentire di superare l’ostacolo rappresentato dalla mancata assegnazione dei titoli da parte di AGEA e di procedere comunque ad anticipare alle aziende agricola lombarde una parte di quanto loro dovuto” prosegue Matteo Lasagna.
“A seguito della chiusura della presentazioni delle Domande Uniche, è infatti possibile desumere dal sistema informativo della Regione il numero degli agricoltori attivi, così come definiti a livello comunitario e nazionale come unici possibili beneficiari dei premi PAC, e gli ettari complessivamente da loro condotti – spiega il presidente di Confagricoltura Lombardia – ed è quindi procedere ad una stima del valore medio dei titoli per la Lombardia, anche molto prudente a maggior tutela della nostra amministrazione regionale, e all’erogazione dell’anticipo, calcolato sulla base di tale valore applicando una percentuale compatibile con l’impegno finanziario che Regione Lombardia può garantire. Tutto ciò, naturalmente, nell’ipotesi che AGEA non proceda rapidamente alla determinazione del valore dei titoli, anche a titolo provvisorio, in maniera tale da superare l’attuale situazione di stallo”.
“Ci auguriamo quindi che l’assessore possa accogliere la nostra proposta: sarebbe una decisione di grande importanza per tutte le aziende agricole che operano sul territorio lombardo”.


Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.
C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12743933 credits