ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Latte, situazione drammatica: urgente un confronto con Assolatte
22/10/2015

“Abbiamo inviato una lettera al presidente Ambrosi chiedendo un incontro urgente con Assolatte per affrontare le questioni del mercato del latte, a seguito del ritardo accumulato dal Tavolo Latte presso il MIPAAF nel suo tentativo di mediazione” afferma Matteo Lasagna, presidente di Confagricoltura Lombardia
“Le condizioni del mercato del latte hanno raggiunto un livello che non esito a definire drammatico con prezzi corrisposti agli allevatori nettamente al di sotto dei costi di produzioni – prosegue il presidente Lasagna - È una situazione che prosegue da troppo tempo e che le aziende non sono più in grado di sopportare: è ormai una questione di sopravvivenza”.
“Abbiamo approvato l’intervento del MIPAAF relativo alla compensazione IVA, ma siamo insoddisfatti dalle risposte date dalle istituzioni europee” aggiunge il presidente della Federazione nazionale lattiero – casearia di Confagricoltura Luigi Barbieri “Il regolamento comunitario approvato nei giorni scorsi che prevede un aiuto straordinario al settore zootecnico, a fronte ad una crisi epocale, stanzia solo 25 milioni di euro per l’Italia: una cifra del tutto insufficiente per garantire un sostegno adeguato ed efficace ai nostri allevatori”.
“Auspichiamo che queste risorse, per quanto modeste, vengano quantomeno utilizzate in maniera mirata e, soprattutto, con la maggior celerità possibile: la situazione dei nostri allevamenti non ammette ritardi” prosegue Luigi Barbieri.
“Le nostre aziende sono alle corde” conclude Matteo Lasagna “ma non sono certo disposte ad arrendersi e, come nella tradizione di Confagricoltura, siamo pronti a sostenerle con tutte le iniziative sindacali ed organizzative che si renderanno necessarie”.


Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.
C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12248548 credits