ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Un presidio contro la crisi del settore lattiero - caseario
07/11/2015

Momento di gravissima difficoltà per il settore lattiero – caseario, in cui la Regione Lombardia ricopre un ruolo di leadership assoluta a livello nazionale, in virtù di una produzione che rappresenta circa il 42 % del dato complessivo a livello nazionale.

Una situazione determinata, in primo luogo, dall’andamento sfavorevole del mercato con una remunerazione del latte alla stalla in netta discesa nel corso dell’ultimo anno e mezzo e con la prospettiva di ulteriori ribassi nei prossimi mesi.

Un prezzo del latte che è ormai da tempo sceso al di sotto del livello dei costi di produzione che gli allevatori devono sostenere quotidianamente nelle loro stalle al fine di garantire, nel rispetto di una tradizione secolare, un prodotto di elevata qualità e di assoluta sicurezza da un punto di vista igienico – sanitario.

Una difficoltà del mercato che viene ulteriormente amplificata dall’impossibilità di sottoscrivere un accordo con l’industria di trasformazione per un prezzo di riferimento che possa consentire agli allevatori di lavorare con una prospettiva economica certa.

Un mancato accordo dovuto anche all’atteggiamento di chiusura da parte dello stesso settore industriale che si è dimostrato incapace, in quest’occasione, di ragionare in un’ottica di filiera con l’obiettivo condiviso di una valorizzazione delle produzioni lattiero – casearie italiane.

Una situazione che mette a rischio la sopravvivenza stessa di molti allevamenti attivi nel settore con tutte le ripercussioni di carattere economico, occupazionale e sociale che una tale circostanza potrebbe determinare.

Per questo motivo, Confagricoltura Lombardia, con il supporto delle Unioni Provinciali Agricoltori della nostra Regione, organizza a partire da lunedì 9 novembre un presidio presso lo stabilimento di Lactalis a Corteolona, in provincia di Pavia.

Il presidio si protrarrà fino al tardo pomeriggio di mercoledì 11 novembre, con la partecipazione di allevatori provenienti da tutta la Lombardia e con la presenza delle delegazioni delle Federazioni regionali di Confagricoltura dell’Emilia Romagna, del Piemonte e del Veneto.

A testimonianza dell’unità di intenti del settore agricolo a fronte di questa situazione di estrema difficoltà, una delegazione ufficiale della nostra Organizzazione è inoltre intervenuta, nella giornata di oggi sabato 7 novembre, al presidio organizzato da Coldiretti presso lo stabilimento Lactalis di Ospedaletto Lodigiano.

Obiettivo di queste manifestazioni, quello di richiamare l’attenzione dell’intera opinione pubblica sulla crisi del nostro settore lattiero – caseario e di evidenziare la necessità che vengano adottati provvedimenti mirati, efficaci e tempestivi per tutelare il comparto del latte italiano, materia prima insostituibile per la produzione dei nostri formaggi DOP, prodotti di eccellenza apprezzati in tutto il mondo.

clicca qui per scaricare il comunicato

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12743804 credits