ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Ceta, arriva il plauso di Confagricoltura - Lasagna: «L'accordo UE-Canada sarà un bene per tutti»
07/03/2017

«La conclusione dei negoziati relativi all’accordo di libero scambio tra Canada ed Unione Europea ha sicuramente segnato a favore delle nostre imprese il riconoscimento degli standard produttivi e qualitativi europei, come nel caso di molte Igp». Parole del presidente di Confagricoltura Lombardia Matteo Lasagna, pienamente a favore del Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement, letteralmente “Accordo economico e commerciale globale”), approvato pochi giorni fa dal Parlamento Europeo con 408 voti a favore, 254 contrari e 33 astensioni. L’approvazione del trattato aveva ricevuto pesanti critiche, con posizioni di netta chiusura nei confronti dell’accordo euro-canadese. Tra le invettive mosse, il fatto che la firma del trattato potesse trasformarsi in un regalo alle grandi lobby industriali: «In realtà, spiega Matteo Lasagna, per la prima volta prodotti Dop e Igp verranno riconosciuti anche al di fuori dei confini europei». Chi contesta afferma che i produttori canadesi potranno continuare a vendere prodotti simil Asiago, Gorgonzola, Fontina, fino ad arrivare al tristemente noto “Parmesan”: «Sì, chiarisce Lasagna, ma tali prodotti avranno l’obbligo di riportare in etichetta la dicitura “Made in Canada”. In tal modo l’unicità di Dop e Igp europee verrà salvaguardata. In Italia poi non entreranno carni gonfiate con ormoni o prodotti trattati con il glifosate, i consumatori possono stare tranquilli».

clicca qui per scaricare la notizia

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 11986781 credits