ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Italatte propone una modifica unilaterale del prezzo del latte, Boselli: "Grave agire senza un preventivo confronto"
05/04/2018

Con una lettera inviata a tutti i conferenti, il gruppo Italatte – il più rappresentativo a livello nazionale nell’ambito dell’industria della trasformazione – ha proposto una deroga al contratto attualmente in vigore, proponendo a partire dal mese di marzo una modifica dell’indice di riferimento, portandolo da 37 centesimi al litro a 35,5 centesimi. Italatte motiva tale decisione facendo riferimento all’andamento del mercato in questa prima parte dell’anno, caratterizzato da un ribasso delle quotazioni.
“Riteniamo inaccettabile le proposta unilaterale di Italatte – commenta Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia – perché è grave agire senza un preventivo confronto tra le parti. Il meccanismo di indicizzazione – prosegue il presidente – nel 2017 ha fotografato perfettamente la situazione del mercato e questo viene riconosciuto anche da Italatte. Per quanto riguarda il 2018 – continua ancora Boselli – è necessario attendere i prossimi mesi: infatti tutti gli operatori della filiera sanno che l’indice riproduce fedelmente l’andamento del mercato, ma con almeno quattro mesi di traslazione temporale: il ribasso di questi mesi si farà quindi sentire più avanti nella definizione del prezzo alla stalla”.
Secondo Confagricoltura Lombardia, in un settore così delicato e così importante per il made in Italy agroalimentare, non è possibile procedere in modo unilaterale. “Sottoporremo la questione agli organi della Federazione di prodotto latte di Confagricoltura – conclude il presidente Boselli – e in quella sede valutermo come rispondere a questa iniziativa di Italatte”.

clicca qui per scaricare il comunicato stampa
C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 14443925 credits