ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Confagricoltura Lombardia: le richieste del PM confermano le nostre posizioni sulle quote latte
06/05/2011

 

Le richieste di condanna formulate dal pubblico ministero a carico dei principali imputati del processo sulle cooperative che per anni hanno eluso la normativa inerente le quote latte rappresentano una nuova conferma della gravità dei comportamenti di una stretta minoranza di operatori del comparto, con una pesante ricaduta negativa per tutti gli allevatori che hanno invece operato nel rispetto delle leggi e dell’intera collettività.
 
Nell’esprimere il suo apprezzamento per il lavoro svolto dalla pubblica accusa nell’ambito del dibattimento processuale, Confagricoltura Lombardia vuole quindi ribadire la sua posizione di difesa dei principi sanciti dalla Legge 119/03 e la sua determinazione nel proseguire l’attività di contrasto - attraverso le opportune azioni sindacali ed organizzative - nei confronti di queste situazioni di illegalità che gravano da troppo tempo su un comparto fondamentale per l’agricoltura della nostra Regione.
 
In attesa che venga formalizzata con l’adozione dei necessari atti amministrativi, la nostra Organizzazione sospende il proprio giudizio sulla revoca della costituzione di parte civile della Regione Lombardia, chiedendo che i vertici regionali chiariscano dettagliatamente al più presto le motivazioni tecniche e giuridiche che hanno portato a tale decisione.
 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12208691 credits