ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Seminario della delegazione CHEDE ā€œInnovazione, filiere, Expo 2015: capire le esperienze per lo sviluppoā€
23/06/2011

 

Milano – Mercoledì 22 Giugno, presso Palazzo Pirelli, si è svolto il seminario “Innovazione, filiere, Expo 2015: capire le esperienze per lo sviluppo”, organizzato in occasione della visita della delegazione francese del CHEDE, il comitato di sviluppo agricolo internazionale. Il seminario, a partire dal tema di Expo 2015 “Nutrire il pianeta, energia per la vita”, ha trattato l’argomento con particolare riferimento alla filiera dell’agroalimentare.
 
Al convegno ha partecipato, in qualità di relatore, il direttore di Confagricoltura Lombardia Umberto Bertolasi con un intervento nell’ambito del tavolo di lavoro dedicato alle filiere e alla collaborazione tra pubblico e privato, in cui ha sottolineato l’importanza di ospitare Expo 2015 proprio in Lombardia, la prima regione agricola italiana, con un fatturato di 6.271 milioni di euro annuo, pari al 13,9% della produzione agricola nazionale: “Ci aspettiamo che Expo 2015 possa essere un’occasione unica attraverso la quale far comprendere il nesso tra la funzione economica del settore primario e le sue esternalità positive come l’ambiente, la conservazione del territorio e il miglioramento qualità della vita. L’agricoltura evoluta nella tradizione attraverso la ricerca e l’innovazione può rappresentare infatti la migliore garanzia per la salubrità delle produzioni e l’esaltazione delle eccellenze produttive”.

  

Il direttore di Confagricoltura Umberto Bertolasi

durante il suo intervento

 
Il direttore ha poi aggiunto: “la filiera funziona quando tutti i soggetti che vi partecipano hanno un obiettivo comune da traguardare: la produzione di un bene che per caratteristiche intrinseche riesce a conquistare nel mercato una posizione di rilievo e quando il rapporto tra i soggetti di filiera risulta equilibrato e il perseguimento dell’obiettivo comune non avviene a discapito della possibilità di azione di uno dei soggetti che partecipano alla stessa”.
 
L’intervento di Bertolasi si è poi concluso con un commento sull’operato della Pubblica Amministrazione dalla quale “la parte Agricola si aspetta: la definizione di norme e regole necessarie e funzionali al conseguimento dell’obiettivo di filiera; una azione che agevoli i rapporti all’interno della filiera e li possa anche bilanciare; la definizione di strumenti che possano svolgere una funzione di “start up” della filiera o che possano soccorrere la filiera quando cambiamenti di scenario improvvisi rischiano di comprometterla”.
 
 

Clicca qui per scaricare il comunciato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12207817 credits