ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
UPA Pavia: la Provincia sostenga l’agricoltura
14/07/2011

PAVIA - «Il sistema delle imprese agricole ha bisogno di una Provincia che sia di supporto allo sforzo produttivo, in considerazione del fatto che l’agricoltura incide per il 17% del Prodotto interno lordo provinciale e che le industrie di trasformazione, in particolare quelle del riso, danno garanzie di potenziale sviluppo e occupazione».

 

Questa è la sintesi dell’incontro svoltosi martedì 12 luglio a Pavia, nella sede di corso Mazzini, fra il presidente della Provincia di Pavia, Daniele Bosone, e l’Unione Agricoltori rappresentata dal presidente Walter Cibrario, dai consiglieri, dai presidenti delle sezioni economiche e dal direttore Luciano Nieto.

 

Tema dell’incontro l’agricoltura e il suo rapporto con l’ambiente e lo sviluppo economico. «Abbiamo affrontato, in particolare, i distretti del vino e del riso, che devono procedere senza esitazione, e il grande problema dell’acqua per l’Oltrepò Pavese, che potrebbe essere risolto con l’ampliamento dei comprensori di bonifica irrigua esistenti», riassume il presidente Cibrario.

 

Infine, la semplificazione burocratica: l’Unione Agricoltori ha censito 75 attività di controllo, «che contribuiscono a ridurre i tempi di lavoro e quindi la produttività aziendale».

 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12207790 credits