ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Consumo di suolo agricolo: occorrono strumenti urbanistici cogenti
30/09/2011

 

Le tendenze sulle trasformazioni d’uso dei suoli agricoli sono fonte di preoccupazione generalizzata in tutta la Lombardia; secondo quanto emerge dallo studio “L’uso del suolo in Lombardia negli ultimi 50 anni” – promosso da Regione Lombardia e presentato nel corso di un convegno tenutosi il 29 settembre a Milano - la superficie agricola utilizzata regionale è infatti scesa nel corso del 2011 sotto la soglia del milione di ettari.
 
Secondo Confagricoltura Lombardia occorre con urgenza assicurare la conservazione delle aree rurali rendendo sostenibile lo sviluppo dell’attività edilizia – sia residenziale che, soprattutto, commerciale, industriale ed infrastrutturale, ciò non solo per ragioni economiche e sociali legate al mantenimento dell’attività agricola e alla possibilità per le aziende di continuare a fornire prodotti e servizi, ma anche poichè gli agroecosistemi costituiscono elementi decisivi nel determinare la fruibilità e la qualità paesaggistica ed ecologica del territorio.
 
A differenza di altre problematiche ambientali, il tema del consumo di suolo agricolo è tuttavia affrontato prettamente da norme di indirizzo. La stessa recente revisione della Legge Regionale n°31/2008, il Testo Unico dell’Agricoltura, nel riconoscere “il suolo agricolo quale spazio indispensabile alla produzione di alimenti, all’equilibrio del territorio e dell’ambiente, alla produzione di utilità pubbliche quali la qualità dell’aria e dell’acqua, la difesa idrogeologica, la qualità della vita di tutta la popolazione e quale elemento costitutivo degli spazi rurali”, fornisce apparentemente solo la previsione della futura approvazione di linee di indirizzo rivolte agli enti locali, che seppur indubbiamente apprezzabile rischia di non essere sufficiente per fermare efficacemente questa tendenza.
 
E’ necessario, secondo Confagricoltura Lombardia, che questi indirizzi siano pertanto supportati da cogenti strumenti legislativi urbanistici per orientare in maniera efficace e reale le scelte di pianificazione del territorio, ad esempio tramite una specifica modulazione degli oneri di urbanizzazione che disincentivi l’edificazione in aree rurali e favorisca il recupero e l’utilizzo delle aree urbanizzate dismesse.
 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12755427 credits