ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Maccari e Cattelan: pratiche veloci e digitali per le imprese lombarde
05/10/2011

 

Serve un netto taglio ai tempi e ai costi della burocrazia per liberare ossigeno utile alla sopravvivenza e alla competitività delle aziende agricole lombarde.
Questo il tema centrale dell’incontro tra l’Assessore regionale alla Semplificazione e Digitalizzazione Carlo Maccari e il Presidente di Confagricoltura Lombardia Sergio Cattelan, che hanno discusso oggi del rapporto tra settore primario e Pubblica Amministrazione.
“Confagricoltura - ha dichiarato Maccari - ha espresso le sue posizioni, comuni a gran parte del mondo agricolo, che da tempo chiede a chi amministra un grande sforzo per uscire da una situazione difficile. L’impegno di Regione Lombardia, a partire dall’assessore alla partita Giulio De Capitani è massimo in questo senso e sono convinto che il nuovo Testo Unico sull’Agricoltura in procinto di essere discusso in Consiglio Regionale permetterà grandi passi avanti”.
“È evidente – sostiene Cattelan – che anche lo sviluppo delle imprese del settore primario è frenato dalle difficilissime condizioni economiche finanziarie che stiamo vivendo, ma è altrettanto certo che la burocrazia inutile e ridondante contribuisce in maniera rilevante ad acutizzare gli effetti della crisi generale. Lavorare sulla definizione di strumenti normativi più snelli e moderni è fondamentale, ma significativi effetti positivi si possono ottenere anche dalla semplificazione amministrativa che è quella immediatamente attuabile”. 
Maccari ha ricordato che il Progetto di legge con il quale verranno modificate alcune parti del Testo Unico del 2008 in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale conterrà diverse misure taglia-burocrazia. Tra queste, un pacchetto di provvedimenti per ridurre del 25% i costi burocratici a carico delle aziende agricole nell’arco di 24 mesi, con la completa digitalizzazione delle pratiche amministrative tra impresa e Pubblica Amministrazione.
Un ruolo fondamentale sarà svolto dall’anagrafe digitale delle imprese che sarà l’unica fonte di informazioni relativa alle aziende, grazie a un unico fascicolo elettronico aziendale per tutte le procedure, dal rilascio di autorizzazioni all’erogazione dei contributi, dalle segnalazioni di inizio attività ai controlli sanitari.
“L’anagrafe digitale - ha continuato Maccari - sarà un ‘riassunto’ di tutte le banche dati finora esistenti e permetterà di eliminare una volta per tutte duplicazioni degli atti e sovrapposizioni di competenze e controlli”.
Il processo di semplificazione passa anche attraverso un grande riordino nel sistema dei Consorzi di Bonifica, che passeranno dagli attuali 20 a 12, con alcuni accorpamenti che incideranno sulla macchina amministrativa e non sui servizi.
“Anche questo riordino – ha concluso Maccari - segna un passo importante per semplificare l’attività della Pubblica amministrazione, tagliando costi e razionalizzando il modo di operare dei consorzi senza penalizzarne il ruolo e i servizi erogati. Stiamo continuando, anche per l’agricoltura, a lavorare per razionalizzare il sistema di leggi, riducendo al minimo indispensabile le norme che regolano questo settore”.
 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12808835 credits