ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Quote latte, Confagricoltura: “Per gli splafonatori ultima occasione per mettersi in regola"
06/12/2011

 

 

La Giunta ed il Comitato Direttivo di Confagricoltura, commentando una nota di Agea, sottolineano che “le pronunce giurisdizionali in base alle quali è ancora possibile aderire alla rateizzazione degli importi dovuti per coloro che hanno lasciato scadere i termini di legge, deve rappresentare l’ultima occasione per mettersi in regola”.
 
“Confagricoltura - si legge nel comunicato diffuso da Palazzo Della Valle - ribadisce l’obbligo di dare completa e corretta applicazione, come recentemente sollecitato dall’Unione Europea, alla regolamentazione comunitaria ed alle disposizioni normative nazionali. Contemporaneamente sottolinea la necessità che l’Amministrazione, anche a tutela dei diritti di chi ha rispettato le disposizioni di legge, approfondisca ed intensifichi l’attività di verifica e di recupero dei prelievi imposti e delle quote integrative che risultassero, a seguito del mancato rispetto di quanto stabilito dalla legge 33/2009, indebitamente assegnate”.
 
“Non è assolutamente pensabile - ribadisce Confagricoltura - che ci possa essere qualcuno che pensi di poter ulteriormente speculare sulla vicenda delle quote latte, creando ulteriori e diffusi danni all’economia di un importante settore produttivo. Questo ancor più oggi, alla luce della difficile situazione economica del Paese, che impone ai cittadini ed alle imprese, come richiesto dalla recente manovra, pesanti sacrifici economici e rigore operativo”.
 

“La mancata gestione del sistema - conclude l’Organizzazione degli imprenditori agricoli - è stata per anni un eclatante esempio di non rispetto delle norme a cui occorre porre fine applicando, se necessario, senza ulteriore esitazione, tutte le procedure di legge previste”.

 

 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12208721 credits