ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Positive le valutazioni del ministro Clini sulla questione degli OGM
16/03/2012

 

Confagricoltura Lombardia esprime il proprio sincero apprezzamento per le dichiarazioni del ministro dell’Ambiente Corrado Clini in merito agli OGM e soprattutto, il proprio interesse per le prospettive che potrebbero aprirsi se queste valutazioni trovassero il consenso che meritano. 
Nel corso degli anni, la nostra Organizzazione ha sempre sostenuto che, riguardo agli OGM, fosse indispensabile un approccio scientifico, non condizionato da posizioni pregiudiziali. 
Un simile approccio passa necessariamente dalla possibilità di fare ricerca e sperimentazione, in maniera seria e rigorosa, possibilità sinora negata nel nostro Paese, a danno anche della stessa comunità scientifica italiana.
 Come ha ricordato anche il ministro Clini, il miglioramento genetico delle piante è stato praticato, con diverse tecniche, nel corso dei decenni e ha di fatto permesso di selezionare varietà che sono tra le risorse più preziose della nostra filiera agroalimentare. 
È senz’altro comprensibile che l’introduzione di tecniche innovative possa generare diffidenza ed è certamente doveroso adottarle con la necessaria prudenza, ma nel caso degli OGM, nel nostro Paese, si è andati ben oltre questi atteggiamenti, creando una situazione che ha impedito un dibattito aperto e costruttivo sul loro possibile impiego: è ora di voltare pagina.
 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12768317 credits