ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
“Stupore e amarezza per la possibile imputazione degli interessi ai produttori che stanno rateizzando il debito latte”
08/06/2012

Confagricoltura Lombardia esprime il suo stupore e la sua amarezza per la decisione di AGEA di inviare ai produttori coinvolti nella rateizzazione dei debiti latte ex legge 119/03 una nota in cui si comunica la probabile imputazione degli interessi eventualmente maturati tra il 1° gennaio ed il 30 giugno 2011, in relazione alla procedura d’infrazione aperta dall’Unione Europea nei confronti dello Stato Italiano per la proroga del pagamento della rata in scadenza al 31 dicembre 2011.

Un atto forse dovuto, benché la procedura di infrazione in oggetto non sia giunta a conclusione, ma di cui risulta evidente l’inopportunità considerando la sostanziale esiguità delle somme in oggetto imputate ad allevatori che, aldilà del ritardo, stanno compiendo uno sforzo, in un contesto economico difficile, per regolarizzare la loro posizione.
Una situazione che stride a fronte della lentezza con cui sino ad oggi si è proceduto nell’attività di recupero delle multe non pagate da chi ha sempre agito al di fuori delle norme che regolano il comparto lattiero-caseario.
Non ultimo, spiace rilevare come tale comunicazione sia stata inviata anche ai produttori attivi nelle aree colpite dal terremoto, a pochi giorni dai drammatici eventi sismici: una inaccettabile mancanza di riguardo nei loro confronti.
 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12219101 credits