ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Zootecnia ad alto rischio, tra costi dei mangimi e siccità
30/07/2012

 

Confagricoltura Lombardia esprime la propria preoccupazione per il perdurare di una situazione meteorologica caratterizzata dalla concomitanza di temperature particolarmente elevate e dalla scarsità di precipitazioni piovose, evidentemente sfavorevoli per un positivo completamento del ciclo vegetativo delle colture attualmente in campo.
Una situazione di oggettiva difficoltà che rischia di compromettere i risultati produttivi ed economici dell’annata agraria, alla quale gli agricoltori stanno cercando di porre rimedio con un ricorso ad interventi irrigui in misura maggiore rispetto alla norma, attingendo alle riserve idriche ancora disponibili nei bacini d’accumulo.
Un intervento atto a salvaguardare la produzione, ma che rappresenta una voce di costo aggiuntiva nel bilancio delle aziende agricole, in un contesto congiunturale caratterizzato da un incremento generalizzato di tutti i principali costi di produzione – tra cui, in particolare, quelli relativi ai mangimi sostenuti dalle aziende ad indirizzo zootecnico - e che determina quindi un’ ulteriore erosione dei possibili margini di reddittività per le aziende.
Una situazione di siccità quindi che, tra le sue conseguenze, annovera anche un impatto fortemente negativo sull’andamento economico delle nostre imprese. 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12219207 credits