ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Incontro Confagricoltura - Deutscher Bauernverband (Associazione Agricoltori Tedeschi)
30/05/2013

 

 
Si è svolto ieri, mercoledì 29 maggio, a Berlino il previsto incontro tra le delegazioni di Confagricoltura e del Deutscher Bauernverband (DBV), l’associazione degli imprenditori agricoli tedeschi.
 
“L’incontro è stato molto positivo – ha commentato il presidente di Confagricoltura Mario Guidi al termine della ‘bilaterale’ – e soprattutto abbiamo confermato un’intesa reciproca sui principali temi politici oggi in agenda”.
 
“Abbiamo condiviso in particolare l’importanza strategica di promuovere adeguatamente la produzione agricola ed il ruolo centrale delle nostre imprese nella sfida globale di nutrire il pianeta. Con una domanda mondiale crescente e sempre maggiori vincoli alla produzione – ha proseguito il Presidente di Confagricoltura –, vanno incentivate con politiche adeguate la produttività e l’innovazione”.
  
 
“Su questa linea crediamo che vada favorita una riforma della politica agricola comunitaria ‘verso il 2020’ che esalti e non mortifichi il ‘fare impresa’ in agricoltura. Con strumenti finalizzati a superare gli squilibri di mercato ed a garantire un reddito equo e stabile per gli agricoltori secondo quanto prevede il Trattato".
 
Le agricolture dell’Italia e della Germania sono essenziali per il futuro europeo del settore. Non a caso esse rappresentano da sole il 16-17 per cento delle aziende e della superficie agricola dell’Unione e ben un quarto del valore aggiunto e della produzione settoriale di tutta l’UE-27. Senza contare quanto esse contino in termini di export agroalimentare verso i Paesi Terzi.
 
“Siamo quindi fermamente convinti – ha concluso Guidi – che Roma e Berlino debbano avere un ruolo rilevante negli orientamenti delle politiche che disegneranno l’agricoltura di domani. Un’agricoltura dove le nostre imprese non potranno che essere, ancora, protagoniste”.
 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12808743 credits