ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Il maltempo infierisce ancora sugli agricoltori lombardi
14/10/2013

Il maltempo continua ad infierire sugli agricoltori lombardi: il violento nubifragio, accompagnato da fortissime raffiche di vento, che si è abbattuto su ampie aree della nostra Regione ed in particolare sulla provincia di Milano nella serata di giovedì 10 ottobre ha infatti provocato ulteriori danni in un’annata già particolarmente difficile a causa dell’andamento meteorologico.

 

Particolarmente colpite risultano le colture del riso, rimasto in campo in questa campagna produttiva oltre le normali scadenze del suo ciclo vegetativo a causa del ritardo nelle semine indotto dall’andamento climatico anomalo della primavera.
Già nelle scorse settimane, Confagricoltura Lombardia aveva rivolto un appello alle competenti istituzioni nazionali e regionali affinché venisse riconosciuto lo stato di calamità per il comparto agricolo lombardo a causa del maltempo, segnalando come la prolungata permanenza in campo di alcune colture – riso e mais, in primo luogo – le esponesse al rischio delle precipitazioni e delle basse temperature autunnali.
Una circostanza che purtroppo nei giorni scorsi si è verificata e che rende ancor più necessari ed urgenti i provvedimenti a sostegno delle aziende agricole che la nostra Organizzazione aveva richiesto e che torna quindi a sollecitare in questa occasione.
 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12208525 credits