ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Nuovo accordo sul prezzo dal latte tra le Federazioni regionali di Confagricoltura, Coldiretti, CIA e Italatte
16/01/2014

Siglato nella giornata di oggi, giovedì 16 gennaio, il nuovo accordo per il prezzo del latte alla stalla tra Italatte – rappresentata da Jean Marc Bernier e da Alberto Dall’Asta - e le Federazioni regionali lombarde di Confagricoltura – rappresentata dal presidente Antonio Boselli, dal vicepresidente nazionale Antonio Piva e del presidente della FRP Lattiero – Casearia Luigi Barbieri -, di Coldiretti – rappresentata dal presidente Ettore Prandini – e di CIA – rappresentata dal presidente Mario Lanzi.

 

L’accordo raggiunto prevede un prezzo di 44,5 centesimi al litro e avrà validità dal 1° febbraio sino al prossimo 30 giugno.
 
Il prezzo siglato, che segna un significativo aumento rispetto al prezzo attualmente in vigore di 42 centesimi al litro, è frutto del grande senso di responsabilità dimostrato da tutti nel corso della trattativa, alla luce dell’attuale andamento del mercato del latte e del difficile contesto economico generale.
 
Particolarmente positivo, inoltre, il fatto che – contrariamente a quanto avvenuto in altre precedenti occasioni – il nuovo accordo sia stato sottoscritto prima della scadenza di quello attualmente in vigore (prevista per il prossimo 31 gennaio), evitando così che si creasse una situazione di incertezza per gli allevatori e consentendo loro di lavorare in una prospettiva economica certa fino al prossimo mese di giugno.
 
 
Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.
C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12248581 credits