ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Energia: Lombardia prima regione italiana per biogas
10/03/2014

Particolare soddisfazione è stata espressa dal Presidente di Confagricoltura Lombardia, Antonio Boselli in merito alla notizia per cui, con 361 impianti per una potenza installata di 282 megawatt elettrici, la Lombardia e' la prima Regione in Italia nel settore biogas. Questo è quanto emerso venerdì a Cremona nel corso di Bioenergy, il Salone delle rinnovabili in agricoltura, ed è frutto del progetto scientifico Ecobiogas, finanziato dalla Regione Lombardia e realizzato dal Gruppo Ricicla Disaa dell'Università di Milano, sullo sviluppo del settore del biogas in Regione.

Secondo questo studio, infatti, gli impianti sono alimentati per il 50% da reflui zootecnici, per il 20% da scarti della lavorazione agricola o sottoprodotti, per il 26% da colture energetiche estive come il mais e la parte rimanente da colture di integrazione.
La Sau, superficie agricola utilizzata, destinata a mais e triticale per l'alimentazione degli impianti a biogas, e' pari a 35mila ettari, meno del 4% della Sau totale lombarda.
"L'elaborazione dei  dati raccolti nel corso del progetto – spiega  Fabrizio  Adani,  coordinatore  del progetto e docente della facoltà di Agraria dell'Università di Milano - ci ha permesso di stabilire che in Lombardia il biogas ha avuto uno sviluppo equilibrato e che il ricorso alla coltura energetica si e' dimostrato proporzionato e legato più a situazioni territoriali che non a eventuali speculazioni”.
Il presidente Boselli ha sottolineato il fatto che la produzione di energia da fonti alternative deve essere considerata come un’importante possibilità di diversificazione dell’attività e di integrazione del reddito per le aziende agricole. “In questo modo le imprese si garantiscono una maggior solidità economica che permette loro di proseguire il proprio insostituibile lavoro nell’ambito delle tradizionali filiere che caratterizzano l’agricoltura lombarda”. Ciò detto, Boselli ha rimarcato però che la produzione di biogas non deve comunque distogliere le aziende dalla loro finalità prioritaria che deve rimanere quella della produzione agricola, a cui quella di biogas – così come ogni altra attività di diversificazione - può affiancarsi in maniera armonica per valorizzare al meglio le potenzialità delle aziende stesse”.

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12809030 credits