ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
LA FEDERAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Come siamo organizzati
  Le Federazioni di Prodotto
  I nostri servizi
  Statuto
 
CONTATTACI
LA NOSTRA POSIZIONE
COMUNICATI STAMPA
  Anno 2017
  Anno 2016
  Anno 2015
  Anno 2014
  Anno 2013
  Anno 2012
  Anno 2011
  Anno 2010
 
EVENTI
FOTOGALLERY
VIDEO
ENTI COLLEGATI
  EAPRAL - Formazione
  C.A.A. Federlombarda
  Confagricoltura Donna
  Patronato ENAPA
  Agriturist Lombardia
  Confidi Systema!
  LegalMedia - Sede Amm.va
  A.N.G.A. Lombardia
  CAF Confagricoltura
  Associazione Pioppocoltori
 
PROGETTI
APPROFONDIMENTI
  PSR 2014/2020
  PSR 2007-2013
  Direttiva nitrati
  Energia da fonti rinnovabili
 
AREA DOCUMENTI
CONVENZIONI
LINK CONSIGLIATI
Lasagna: consentire la combustione dei residui vegetali agricoli
16/04/2014

In data 15 aprile, il presidente di Confagricoltura Lombardia Matteo Lasagna ha scritto agli assessori (rispettivamente all’Agricoltura; all’Ambiente, energia e sviluppo sostenibile; all’Urbanistica e difesa del suolo) Gianni Fava, Claudia Maria Terzi e Viviana Beccalossi per sottoporre loro la questione inerente la combustione all’aperto dei residui vegetali agricoli.

 

Il problema si è posto infatti dopo la conversione in legge del cosiddetto decreto “Terra dei fuochi” e la conseguente introduzione del reato penale relativo alla combustione illecita dei rifiuti abbandonati per chi “appicca il fuoco a rifiuti abbandonati o depositati in maniera incontrollata in aree non autorizzate”, eccezion fatta per la combustione illecita di rifiuti vegetali provenienti da aree verdi (come giardini, parchi e aree cimiteriali) per la quale si applicano sanzioni amministrative pecuniarie. Nessuna specifica, però, è stata prevista per i materiali vegetali provenienti da attività agricola (che non possono quindi essere considerati rifiuti).

 

Alla luce di queste considerazioni e delle Leggi regionali approvate in merito dalle Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia che prevedono la possibilità di effettuare la combustione controllata sul luogo di produzione di materiale vegetale residuale naturale derivante da attività agricole o da attività di manutenzione di orti o giardini privati, il presidente Lasagna chiede che anche Regione Lombardia si doti di uno strumento normativo simile in modo tale da consentire una pratica tradizionale che non può essere parificata allo smaltimento illecito di rifiuti.

 

 

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12219075 credits