ACCESSO AREA RISERVATA: username password CERCA NEL SITO
HOME
L' ASSOCIAZIONE
  Chi siamo
  Dove siamo
  Statuto
  Come aderire
  Eventi
      2014
      2013
      2012
      2011
      2010
  Rassegna stampa
  Conoscenza
 
COMUNICATI STAMPA
AREA DOCUMENTI
CONTATTI
PHOTOGALLERY
Eventi e news 2013/Nella sesta tappa della Maratona protagonisti vino e olio di qualità

 

Olio e vino di qualità grandi protagonisti - venerdì 17 - della sesta tappa della Maratona delle imprenditrici agricole di Confagricoltura Donna Lombardia verso Expo 2015, dedicata a due significative realtà produttive della provincia di Bergamo, con sede a Tribulina di Scanzorosciate. L'olio fiore all'occhiello dell'azienda Il Castelletto condotta da Elena Lussana, il vino segno distintivo de Il Cipresso di Angelica Cuni, produttrice e presidente del Consorzio di Tutela del Moscato di Scanzo.

 

L'iniziativa rientrava nel folto programma di promozione e valorizzazione dell'agricoltura 'rosa' in tutte le sue sfaccettature voluto dalla presidente di Confagricoltura Donna Lombardia, Gabriella Poli, che è anche vice nazionale dell'organismo di rappresentanza guidato da Marina Di Muzio.

 

Alla giornata in terra orobica hanno partecipato tra gli altri - oltre alla stessa Gabriella Poli, il presidente di Confagricoltura Bergamo e numero due di Federlombarda Renato Giavazzi che ha portato i saluti del sindacato di Palazzo della Valle, Ida Rocca - leader del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio di Bergamo e vicepresidente di Confartigianato Lombardia -, ed il numero uno del Consorzio di Tutela dei vini della Valcalepio, Enrico Rota.

 

A Il Castelletto, dove Elena Lussana ha ricordato il grande interesse suscitato dall'iniziativa con riscontro positivo sia sull'azienda che i suoi prodotti, si è parlato di storia e tradizioni, territorio e luoghi legati alle produzioni tipiche, per concludere con una vera e propria lezione su come si riconosce e degusta un olio di qualità.

 

'Il Castelletto ha origini antichissime', ha ricordato Lussana. 'La leggenda narra infatti che Alarico, Re dei Visigoti, avesse posto il proprio comando su questa splendida collina; e che dal Castelletto avesse diretto l'assedio su Bergamo'.

  

 Il presidente Giavazzi con le imprenditrici

 

 

       

Il momento della degustazione di olio e vino

L'azienda conta 1000 ulivi di trenta diverse varietà e produce 3 tipi di oli diversi; dalla storia provengono la denominazione dell'olio extravergine di oliva (DOP Laghi Lombardi - Sebino) Alarico, e del plurivarietale Ginami, dal nome dei potenti feudatari della Valle Seriana, che vissero nella casa padronale. Terzo olio extravergine di oliva prodotto e degustato al Castelletto la monovarietale Sbresa, dal nome della varietà del cultivar.

 

L'olio è una vera e propria spremuta di frutta, e per assaggiarlo si usano i sensi: olfatto e gusto. I nemici dell'olio invece sono la luce, il calore e l'aria. Dall'olio al vino con la visita all'azienda Il Cipresso, dove si produce Moscato di Scanzo: ad oggi la più piccola DOCG d'Italia, prima e unica della provincia di Bergamo, quinta della Regione Lombardia. Vino di grande pregio, quello di Scanzo è l'unico Moscato passito italiano a bacca rosso, ottenuto da vitigno autoctono che qui viene coltivato su un territorio di soli 31 ettari, con un totale di 60.000 bottiglie da mezzo litro prodotte all'anno.

 

A chiudere al meglio la giornata, una degustazione dei vini della Valcalepio e - naturalmente - del blasonato Moscato di Scanzo. E la maratona continua: il 21 giugno l'appuntamento è presso l'Agriturismo Le Cascine di Terranova dei Passerini (in provincia di Lodi), per scoprire una nuova realtà che coniuga l'attività agricola tradizionale con un importante lavoro a scopo educativo e sociale.

C.F. 80102910157 SEI IL VISITATORE NUMERO: 12475203 credits